IC UDINE 2

IC UDINE 2

Agazzi: dal progetto sulle emozioni:”la rabbia”

 

 

 

Ciao Bambini Innanzitutto un abbraccio da tutte le maestre!!!! ♥  ♥  ♥  ♥    ♥    ♥  ♥    ??

Adesso  vi chiediamo sapete cos’è la rabbia? Certamente Siiiii  vero?

E’ quella cosa che quando ti prende non riesci a trattenerla…..        ? ?

E allora abbiamo pensato di farvi ascoltare questa bellissima storia  della tartaruga saggia  che dà degli ottimi consigli ad una  piccola tartaruga.

Guardatela con attenzione e mi raccomando….. seguite i suoi saggi consigli: 

le emozioni di piccola tartaruga  https://youtu.be/xd4i62z9tXQ

Ci tocca veramente mettere in atto quello che ci suggerisce la tartaruga saggia,     

 così possiamo recuperare il controllo delle nostre emozioni, perché  la rabbia quando ci prende è come                     

un vulcano dentro di noi E quindi, bambini, quando vi  arrabbiate  e non riuscite a calmarvi 

dovrete fermarvi e pronunciare  a voce alta la parola “tartaruga”, abbracciare le gambe, posare la testa su di essa e, 

a occhi chiusi, far finta di essere nel guscio, respirando profondamente e contando fino a 10.

Vedrete che riuscirete a gestire correttamente la rabbia  e ancora   bambini, aiutati da mamma e/o papà potete:

  1. riconoscere la rabbia, 
  2. descriverla  ed esprimere l’emozione che si prova in quel momento, le sensazioni…. 
  3. Dare un nome alle emozioni, trovando uno spazio in cui esprimerle
  4. ascoltare tante storie che ci parlano della rabbia e ci danno tanti consigli su come dobbiamo  gestirla, : “Le emozioni di piccola Tartaruga”,   Che rabbia! di Mireille D’Allance-

Adesso create la bella tartaruga guardando questo tutorial      ⇒  https://youtu.be/CiZPaTW2dYY

In questo modo l’ avrete sempre vicino e vi ricorderete i suoi saggi consigli.

 

 

E poi  ascoltate anche la spiegazione  della maestra che vi dirà come costruire la scatola della rabbia 

                                                          e a che cosa serve   –

Video: la scatola della rabbia: https://youtu.be/NiVtcY81Zls

 La scatola della rabbia può essere considerato un rituale, un luogo di crescita e di scoperta attraverso il gioco. Può aiutare i bambini  a liberare e guidare  le energie, favorendo una rielaborazione interiore degli eventi.

 Infatti, prima si  individua l’emozione, poi  si impara ad isolarla e letteralmente a metterla via nella scatola.

Ogni volta che provate rabbia,  bambini, la mamma o il papà dovrà invitarvi  a mettere nella scatola un disegno o un oggetto, che possa ricordarvi l’emozione che state  vivendo in quel momento.

In un secondo tempo, quando vi sarete calmati , dovrete prendere gli oggetti o i disegni e  ricordarsi di raccontare alla mamma o papà come vi siete  sentiti nelle diverse situazioni.

La rabbia è un’emozione universale che a tutti capita di provare ogni tanto, ma a volte, può accaderci di non riuscire a tenerla sotto controllo, rischiando di mandare all’aria la nostra vita.

La rabbia è un sentimento e i sentimenti sono spontanei ed è positiva.  Il sopruso e la violenza sono negative.

Per aiutare i bambini a vivere meglio le loro emozioni, non bisogna dimenticarsi , di seguire ancora 

alcune regole e strategie  che possono aiutare ad affrontare la rabbia.

 

Arrabbiarsi è naturale, però  non si deve:

  • fare del male agli altri – fare del male a te stesso – rovinare le cose

Inoltre, quando siamo arrabbiati dobbiamo cercare di utilizzare l’ENERGIA che la rabbia contiene in attività creative come ad esempio: dipingere  –  disegnare – scarabocchiare – 

 in attività di movimento come: saltare – correre – cantare

                   

     

 

 

Oggi il mostro dei colori è molto arrabbiato perché le sue sorelline, 

gli hanno sbattuto la porta in faccia. Ah! Che rabbia…

Come se non bastasse la mamma lo ha sgridato perché è entrato in cucina

con le scarpe sporche di fango.

rrrRRRRRHAA…Sono arrabbiatissimo!!!  Sto esplodendo dalla rabbia…

In questi casi, alcune domande- guida possono aiutare i nostri bambini a prendere consapevolezza

delle emozioni attraverso il proprio vissuto personale.

“Mi arrabbio quando…”    

  • “Cosa ti fa arrabbiare?” – Come ti senti quando ti arrabbi?”
  • “Cosa pensi quando ti arrabbi?” “ – “Ti è capitato qualche volta di arrabbiarti?”
  • Quando ti è capitato?”

E a voi bambini vi è capitato di arrabbiarvi qualche volta? Fatecelo saper con un bel vostro disegno:

Io mi arrabbio quando…….

A presto un grande abbraccio  dalle vostre maestre.