IC UDINE 2

Agazzi: Percorso di educazione stradale

              CONQUISTIAMO LE REGOLE DEL GIOCO

 L’attività di educazione stradale è stata svolta per favorire nei bambini l’acquisizione di comportamenti corretti e sicuri sulla strada; è stato un percorso molto interessante, i bambini si sono divertiti tantissimo. . 

Hanno lavorato con entusiasmo, costruendo automobili con cartoni, semafori, vigili e segnali stradali.

Attraverso filastrocche, canzoni,  storie percorsi motori e simulazioni hanno  imparato tantissimo.  

Infatti hanno conosciuto le diverse forme e colori dei segnali stradali ed il loro significato. Hanno scoperto i segnali stradali più importanti.

Hanno capito che la strada  viene percorsa sia da veicoli che da persone e può diventare molto pericolosa se non vengono rispettate le norme del codice stradale. Tutti possono transitare sulla strada, ma ognuno ha il suo posto e le sue regole: I pedoni camminano sul marciapiede, i veicoli sulla carreggiata, i ciclisti sulla pista ciclabile.

Molto interessante è stata la conoscenza della divisa del vigile urbano,  il ruolo  e l’interpretazione della posizione delle sue braccia, che fungono da semaforo, per gestire  il traffico ed i pedoni.

I bambini sono stati molto impegnati a dipingere le automobili, 

ad incollare i finestrini e le ruote,

ed  a colorare anche i semafori, che alla fine sono diventati luminosi come dei semafori veri.

                                                       Ed eccoli qua pronti a verificare se, con la simulazione

del gioco,  ricordano tutte le  regole stradali, 

 

 

anche attraverso i loro meravigliosi disegni

 

                                                                        ed il gioco del memory dei segnali.

Per completare il tutto abbiamo invitato a scuola due agenti della polizia municipale:  

                                Riccardo e Debora che sono stati gentilissimi a spiegarci tutte le norme che regolano la strada

 e che bisogna assolutamente rispettare per evitare pericoli. 

                      Abbiamo imparato il significato della segnaletica più importante, con  i loro  colori e con le relative  forme.

  Con loro ci siamo divertiti tanto a fare l’agente della polizia municipale,

per  dirigere il traffico, fingendo di essere in una strada che  non ha il semaforo.

 

        Molto utili, per rielaborare tutto il percorso effettuato, sono stati gli album che gli agenti Debora e  Riccardo ci hanno regalato insieme a ciondoli catarifrangenti, che si adattano a diversi impieghi; infatti si possono mettere  sulla  bici,  oppure sul casco, o sullo zaino, oppure nel passeggino……..per proteggerci di sera, o  in caso di scarsa visibilità per  la pioggia o la  nebbia. 

 Ed ecco, meraviglia delle meraviglie , un meritatissimo attestato di partecipazione a tutti i bambini,  perché sono stati proprio bravi ed hanno “conquistato le regole del gioco”.     

   

I bambini alla fine hanno ringraziato i vigili con un abbraccio spontaneo pronunciando ad alta  voce un

“grazie di cuore”

               

 ai vigili  Debora e Riccardo 

                                                          

E non è finita qua, infatti dopo loro sono andati via e  con  altri

due  agenti della polizia municipale, “ciclisti”, abbiamo percorso 

le vie del quartiere, per mettere in pratica tutto quello che avevamo imparato.

Infatti tutti in fila ordinata ci incamminiamo.

Ogni tanto ci fermiamo per osservare e pronunciare il nome giusto

dei segnali stradali che incontriamo lungo il percorso.

 

Ormai siamo degli esperti pedoni e siamo molto bravi

ad attraversare la strada, lungo le strisce pedonali, non prima di aver

guardato a destra a sinistra e poi ancora a destra.

E dopo una lunghissima passeggiata per le vie del quartiere, 

stanchi ma contentissimi, ci fermiamo in una gelateria…..

 

Siamo stati veramente bravi  e le maestre per premio

ci hanno offerto un buonissimo gelato.

E’ stata veramente una bella esperienza!!!!!!

Felici ed entusiasti ritorniamo a scuola.